Quanta plastica “mangiamo” ogni giorno?

Oggi il pianeta sta assistendo a un inquinamento da plastica più grave che mai. Sulla vetta del Monte Everest, a 3.900 metri sotto il Mar Cinese Meridionale, tra le calotte polari artiche e persino in fondo alla Fossa delle Marianne, l'inquinamento da plastica è ovunque.

Nell'era del consumo veloce, mangiamo snack sigillati in plastica, riceviamo pacchi in buste di plastica. Anche il fast food è avvolto in contenitori di plastica. Secondo Global News e un sondaggio condotto dalla Victoria University, gli scienziati hanno rilevato 9 microplastiche nel corpo umano e un adulto americano può inghiottire da 126 a 142 particelle di microplasite e inalare da 132 a 170 particelle di plastica al giorno.

Cosa sono le microplastiche?

Definita dallo studioso britannico Thompson, la microplastica si riferisce a frammenti e particelle di plastica il cui diametro è inferiore a 5 micrometri. 5 micrometri sono molte volte più sottili di un singolo capello ed è appena percettibile dagli occhi umani.

Da dove vengono le microplastiche?

①Prodotti acquatici

Da quando la plastica è stata inventata nel 19 ° secolo, sono stati prodotti più di 8,3 miliardi di tonnellate di plastica, tra le quali oltre 8 milioni di tonnellate sono finite negli oceani ogni anno senza lavorazione. Conseguenze: le microplastiche sono state scoperte in più di 114 organismi acquatici.

② Nella lavorazione degli alimenti

Gli scienziati hanno recentemente condotto un ampio sondaggio su oltre 250 marche di acqua in bottiglia in 9 paesi e hanno scoperto che molte acque in bottiglia ne hanno. Anche l'acqua del rubinetto contiene microplastiche. Secondo un istituto di ricerca americano, tra i 14 paesi la cui acqua del rubinetto è stata oggetto del sondaggio, l'83% di loro ha trovato microplastiche al suo interno. Per non parlare della consegna e del bubble tea in contenitori di plastica e tazze usa e getta con cui teniamo quasi quotidianamente in contatto. C'è spesso un rivestimento di polietilene che si romperà in minuscole particelle.

③ Sale

È abbastanza inaspettato! Ma non è difficile da capire. Il sale proviene dagli oceani e quando l'acqua è inquinata, come può essere pulito il sale? I ricercatori hanno trovato oltre 550 pezzi di microplastica in 1 kg di sale marino.

④ Necessità quotidiane delle famiglie

Un fatto che potresti non aver capito è che le microplastiche possono essere generate dalla tua vita quotidiana. Ad esempio, il lavaggio di indumenti in poliestere in lavatrice può estrarre molte fibre superfini dal bucato. Quando quelle fibre vengono emesse con l'acqua di scarico, diventano microplastiche. I ricercatori ipotizzano che in una città di un milione di abitanti si possa produrre una tonnellata di fibra superfine, che equivale alla quantità di 150.000 sacchetti di plastica non degradabili.

Danni alla plastica

Le fibre superfini possono finire nelle nostre cellule e organi, che possono causare malattie gravi come l'avvelenamento da deposizione cronica e il cancro.

Come reagiamo?

Naturepoly si impegna a produrre sostituti biodegradabili per la plastica. Abbiamo investito nella ricerca e nello sviluppo di materiali vegetali ecocompatibili come PLA, materiale di canna da zucchero. Li utilizziamo nella produzione di beni di prima necessità come sacco della spazzatura, borsa della spesa, sacchetto per la cacca, pellicola trasparente, posate usa e getta, tazze, cannucce e molti altri prodotti a venire. 


Tempo post: Mar-08-2021